1

Contributo ERT provincia di Monza e Brianza

La Commissione Paritetica, riunitasi il 12 giugno scorso, ha stabilito i criteri per l’erogazione dell’ERT 2016, relativo al territori di Monza e Brianza. Viene mantenuta la percentuale del 2% del minimo contrattuale conglobato mensile per 13 mensilità, da erogare entro lo stipendio di luglio 2017 per tutti i lavoratori impiegati nella provincia di Monza e Brianza, indipendentemente dalla sede legale della cooperativa.

Inoltre, in caso di cessazione di rapporto di lavoro per qualsiasi causa o motivo, compreso il cambio appalto o cessazione, l’azienda cedente dovrà saldare l’ERT all’interno della liquidazione.

Per tutte le informazioni supplementari, è a disposizione il funzionario di settore: Gabriella Galli – tel. 02.752912251 – mail: galli.g@confcooperative.it

img1

Bandi attivi: Imprese di valore di Unioncamere Lombardia

Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia hanno indetto il concorso Imprese di valore, al fine di assegnare un riconoscimento alle imprese lombarde che costituiscono casi emblematici di successo imprenditoriale. Saranno selezionati i casi emblematici rispetto a cinque categorie:

  • innovazione: introduzione di un’innovazione significativa di prodotto o servizio offerto; oppure nel processo produttivo e nell’organizzazione o nell’attività commerciale e distributiva;
  • comunicazione: iniziative di marketing e immagine coordinata di successo, notorietà, riconoscibilità e rappresentatività del brand rispetto al territorio, iniziative di promozione e sponsorizzazione del territorio;
  • prodotto: qualità e riconoscibilità in termini di prodotto brevettato o distintivo del settore o simbolico per la storia e/o il territorio di riferimento o attestante un primato;
  • continuità generazionale (almeno 70 anni di attività): capacità di operare con successo nella trasmissione d’impresa, garantendo la continuità, il passaggio generazionale, mantenendosi competitivi nel tempo;
  • impegno sociale: azioni finalizzate a sviluppare attenzione a categorie speciali di consumatori e utenti come persone con disabilità, anziani, famiglie numerose e minori, partecipazione a reti sociali o territoriali, iniziative per la sostenibilità e il miglioramento dell’ambiente.

Per ciascuna delle 5 categorie sopra individuate verranno assegnati uno o più premi in denaro, per un totale massimo di 23 premi. Il valore del premio potrà variare da un massimo di € 15.000 lordi a un minimo di € 5.000 lordi.
Maggiori informazioni contattando: Stefano Scala – tel. 02.752912251 – mail: scala.s@confcooperative.it

img-9

Bandi in uscita: misura ‘Al Via’ di Regione Lombardia

Approvata in Giunta regionale la nuova misura AL VIA: Agevolazioni Lombarde per la Valorizzazione degli Investimenti Aziendali, che offre un mix di finanziamenti agevolati, garanzia gratuita a carico di Regione Lombardia e contributi a fondo perduto a sostegno degli investimenti.

Le risorse stanziate sono quasi 300 milioni per due linee d’intervento: linea sviluppo aziendale e linea rilancio aree produttive. L’invio delle domande sarà possibile dal 5 luglio prossimo.

Tre le tipologie di intervento: finanziamento, garanzia e contributo in conto capitale a fondo perduto.

Finanziamento: l’importo previsto è tra un minimo di € 50.000 e un massimo di € 2.850.000 con un tasso di interesse pari alla media ponderata dei tassi applicati alle risorse finanziarie messe a disposizione dagli intermediari convenzionati. La durata è compresa tra un minimo di 3 anni e un massimo di 6 anni incluso l’eventuale preammortamento, mentre la modalità di erogazione prevede la possibilità di anticipazione dal 20% fino al 70% del finanziamento concesso alla sottoscrizione del contratto;
Garanzia: la garanzia regionale (a costo zero) coprirà, a prima richiesta, fino al 70% dell’importo di ogni singolo finanziamento. Il Fondo di garanzia opererà con una leva del 25% sui finanziamenti garantiti;
Contributo in conto capitale a fondo perduto: a seconda delle linee di intervento, fino al 15% delle spese ammissibili.
Per informazioni circa i soggetti beneficiari, le iniziative ammissibili, procedure e termini per la presentazione delle domande, potete contattare Marco Mariani – tel. 02.752912251 – mail: mariani.m@confcooperative.it

a8f29a60-a7a3-4407-b376-4a15e4f254f5

Mantenimento albo regionale cooperative sociali anno 2017

Anche quest’anno la procedura di invio mantenimento iscrizione all’albo regionale delle cooperative sociali è attiva fino al 31 luglio 2017. Necessario è il deposito del Bilancio Sociale approvato dall’Assemblea. Questo adempimento di deposito presso il Registro delle Imprese deve avvenire con la modalità standard di deposito dei bilanci d’esercizio. E’ attivo il portale nazionale per la predisposizione del bilancio sociale al quale si può accedere dal sito bilanciosociale.confcooperative.it

Il mantenimento invece si compone di una Certificazione Unica Regionale (C.U.R.), che verrà compilata e inviata esclusivamente mediante una procedura elettronica che verrà attivata sul sito arcos.infocamere.it

Per informazioni o chiarimenti contattare: Gabriella Galli – tel. 02.752912251 – mail: galli.g@confcooperative.it

img-8

Remunerazione dei prestiti sociali e relativa deducibilità

Con Comunicato della Cassa Deposito e Prestiti è stata emessa la serie ordinaria TF120A170420 con effetti dal 20/04/2017, con il seguente tasso massimo dei Buoni Postali Fruttiferi: 2,50%.

Pertanto, il tasso massimo di interesse che può essere riconosciuto dalle cooperative ai propri soci sul finanziamento da questi effettuato (prestito sociale), nonché la misura massima di remunerazione del capitale sociale (dividendo distribuibile), è pari al 5,00% lordo (ovvero: tasso massimo dei Buoni Postali Fruttiferi aumentato di 2,5 punti = 2,50% + 2,5 punti = 5,00%).

Tali interessi sono indeducibili per la parte che eccede il tasso minimo degli interessi spettanti ai detentori dei buoni postali fruttiferi, aumentata dello 0,9%. Il tasso minimo è fissato allo 0,05%, per cui la soglia di indeducibilità riguarda la parte che eccede il tasso del 0,95%.

Il personale Unioncoop è pronto a darvi maggiori informazioni e a fornirvi lo schema interpretativo più adatto alla vostra cooperativa. Potete contattarci alla mail coop@unioncoopservizi.it oppure via telefono al numero 02.717343

1

Dichiarazioni: novità riguardo il contributo 5 per mille – anno 2017

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 7 luglio 2016 ha modificato la normativa in materia di contributo del 5 per mille introducendo importanti semplificazioni nella procedura di accesso al contributo stesso, oltre a rilevanti novità in tema di rendicontazione e di adempimenti di pubblicazione.

In particolare, nella normativa esistente, è stato inserito l’art. 6-bis, che – a fronte della stabilizzazione dell’istituto del 5 per mille, che lo ha trasformato da beneficio riproposto anno per anno dal legislatore a forma di permanente finanziamento per i settori considerati di rilevanza sociale – ha adeguato la relativa procedura di iscrizione al contributo, rendendola di fatto duratura, a decorrere dall’esercizio finanziario 2017, con riferimento ai soggetti regolarmente iscritti nel 2016.

Per ogni altra informazione, potete contattare la Direzione di Unioncoopservizi all’indirizzo mail coop@unioncoopservizi.it

1b0b54a7-c2a3-428b-b143-f2e21edc697d

Revisione: contributi invariati, da versare entro il 10 luglio

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico che fissa il contributo di revisione per il biennio 2017/2018. Sono tenute al pagamento dell’importo le cooperative, i consorzi, le Bcc e le società di mutuo soccorso. La scadenza è fissata per il prossimo 10 luglio.

Rispetto allo scorso biennio sono rimasti invariati sia gli importi sia i parametri per la loro determinazione. Per gli enti cooperativi e i loro consorzi tali parametri sono tre: numero dei soci, capitale sottoscritto e fatturato al 31 dicembre 2016. Il contributo di revisione degli enti aderenti è dovuto a Confcooperative se l’adesione (da intendersi data di immatricolazione a Confcooperative) avviene entro il 10 luglio 2017, mentre è dovuto al ministero dello Sviluppo Economico se l’adesione è successiva a tale data.

Per ogni informazione supplementare, potete contattare l’Ufficio Revisioni di Confcooperative Milano, Lodi, Monza e Brianza (referente: Maria Luisa Vecchia milano.lo.mb@confcooperative.it).

E’ possibile conoscere il proprio contributo di revisione attraverso il software predisposto da Confcooperative al seguente link contributorevisione.confcooperative.it

24dbb961-7201-4667-8534-283a740d75e0

Pensioni: unificati i fondi di previdenza del movimento cooperativo

Via libera di Agci, Confcooperative, Legacoop e Cgil, Cisl, Uil al percorso di accorpamento di Cooperlavoro, Previcooper e Filcoop, i tre fondi di previdenza complementare al quale aderiscono i lavoratori del sistema cooperativo. Il nuovo fondo unico della cooperazione si collocherà tra i maggiori fondi pensione per iscritti (5° posto in Italia) e patrimonio (8° posto). Obiettivo della fusione è coniugare al meglio efficienza e rappresentanza, favorendo, attraverso il raggiungimento di dimensioni più competitive, una rendita migliore a beneficio degli iscritti, i soci e dirigenti di cooperativa.

Unioncoop adeguerà immediatamente il versamento dei contributi al nuovo fondo unico. Qualora vogliate maggiori informazioni contattateci alla mail coop@unioncoopservizi.it

monza

Eventi. A Monza “la cooperazione scende in piazza”

“Il futuro è cooperare”. Si apre con questo slogan la manifestazione “La cooperazione scende in piazza”, una full immersion nel mondo cooperativo che andrà in scena a Monza sabato 1 aprile dalle ore 9 alle 17.

La giornata si aprirà alle 9, all’Aula Conferenze dei Musei Civici, con una tavola rotonda sui temi dell’alternanza scuola-lavoro e dell’educazione cooperativa che vedrà la partecipazione del sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, del presidente di Confcooperative Lombardia, Massimo Minelli, e di vari altri esponenti istituzionali locali e del movimento cooperativo. In contemporanea, appuntamento all’Arengario per “Media Training: racconta la tua impresa in 60 secondi”: esposizione dei laboratori di educazione cooperativa nelle scuole. Seguiranno le premiazioni delle scuole e nel pomeriggio laboratori di animazione e di dolci per bambini e famiglie. Unioncoop e molte delle cooperative nostre socie e clienti stanno immaginando percorsi di alternanza scuola-lavoro, per questo segnaliamo l’iniziativa invitando tutti a partecipare.

1

Detassazione dei premi di risultato e welfare aziendale

La Legge di bilancio 2017 è intervenuta in materia di detassazione dei premi di risultato e di welfare aziendale. Questa la sintesi delle modifiche “numeriche” relative agli aspetti più attinenti ai premi variabili:

  • il limite massimo di detassabilità dei premi di risultato passa da 2.000 a 3.000 euro lordi annui;
  • il tetto massimo di reddito annuo per accedere al beneficio passa da 50.000 a 80.000 euro;
  • in caso di aziende che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro il limite di detassabilità passa da 3.000 a 4.000 euro annui;

Inoltre, la Legge di stabilità 2016 ha previsto che, in caso di fruizione del premio di risultato sotto forma di “welfare”, non sia dovuta l’imposta sostitutiva del 10%. È questo il tema di maggior rilievo e problematicità toccato dalle modifiche. Per ogni altra informazione, potete contattare i nostri uffici al numero 02.717343 -44 oppure via mail all’indirizzo coop@unioncoopservizi.it