1

Contributo ERT provincia di Monza e Brianza

La Commissione Paritetica, riunitasi il 12 giugno scorso, ha stabilito i criteri per l’erogazione dell’ERT 2016, relativo al territori di Monza e Brianza. Viene mantenuta la percentuale del 2% del minimo contrattuale conglobato mensile per 13 mensilità, da erogare entro lo stipendio di luglio 2017 per tutti i lavoratori impiegati nella provincia di Monza e Brianza, indipendentemente dalla sede legale della cooperativa.

Inoltre, in caso di cessazione di rapporto di lavoro per qualsiasi causa o motivo, compreso il cambio appalto o cessazione, l’azienda cedente dovrà saldare l’ERT all’interno della liquidazione.

Per tutte le informazioni supplementari, è a disposizione il funzionario di settore: Gabriella Galli – tel. 02.752912251 – mail: galli.g@confcooperative.it

img-8

Remunerazione dei prestiti sociali e relativa deducibilità

Con Comunicato della Cassa Deposito e Prestiti è stata emessa la serie ordinaria TF120A170420 con effetti dal 20/04/2017, con il seguente tasso massimo dei Buoni Postali Fruttiferi: 2,50%.

Pertanto, il tasso massimo di interesse che può essere riconosciuto dalle cooperative ai propri soci sul finanziamento da questi effettuato (prestito sociale), nonché la misura massima di remunerazione del capitale sociale (dividendo distribuibile), è pari al 5,00% lordo (ovvero: tasso massimo dei Buoni Postali Fruttiferi aumentato di 2,5 punti = 2,50% + 2,5 punti = 5,00%).

Tali interessi sono indeducibili per la parte che eccede il tasso minimo degli interessi spettanti ai detentori dei buoni postali fruttiferi, aumentata dello 0,9%. Il tasso minimo è fissato allo 0,05%, per cui la soglia di indeducibilità riguarda la parte che eccede il tasso del 0,95%.

Il personale Unioncoop è pronto a darvi maggiori informazioni e a fornirvi lo schema interpretativo più adatto alla vostra cooperativa. Potete contattarci alla mail coop@unioncoopservizi.it oppure via telefono al numero 02.717343

1b0b54a7-c2a3-428b-b143-f2e21edc697d

Revisione: contributi invariati, da versare entro il 10 luglio

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico che fissa il contributo di revisione per il biennio 2017/2018. Sono tenute al pagamento dell’importo le cooperative, i consorzi, le Bcc e le società di mutuo soccorso. La scadenza è fissata per il prossimo 10 luglio.

Rispetto allo scorso biennio sono rimasti invariati sia gli importi sia i parametri per la loro determinazione. Per gli enti cooperativi e i loro consorzi tali parametri sono tre: numero dei soci, capitale sottoscritto e fatturato al 31 dicembre 2016. Il contributo di revisione degli enti aderenti è dovuto a Confcooperative se l’adesione (da intendersi data di immatricolazione a Confcooperative) avviene entro il 10 luglio 2017, mentre è dovuto al ministero dello Sviluppo Economico se l’adesione è successiva a tale data.

Per ogni informazione supplementare, potete contattare l’Ufficio Revisioni di Confcooperative Milano, Lodi, Monza e Brianza (referente: Maria Luisa Vecchia milano.lo.mb@confcooperative.it).

E’ possibile conoscere il proprio contributo di revisione attraverso il software predisposto da Confcooperative al seguente link contributorevisione.confcooperative.it

app

La nuova App di Cooperazione Salute

Cooperazione Salute sta inviando in queste settimane alle cooperative iscritte alla mutua una circolare di presentazione della App di Confcooperative con le credenziali di registrazione per tutti i soci e lavoratori iscritti alla stessa. Per chiarimenti sull’utilizzo, o difficoltà di funzionamento, della App potete contattare Stefano Scala alla mail scala.s@confcooperative.it

2

Credito di imposta in ricerca e sviluppo

La misura del credito di imposta in Ricerca & Sviluppo, voluta dal Ministero dello Sviluppo Economico, serve a stimolare la spesa privata in attività di Ricerca e Sviluppo al fine di innovare processi e prodotti aziendali con l’obiettivo di garantire la competitività futura delle imprese, anche cooperative.

Sono agevolabili tutte le spese relative a ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale: costi per personale altamente qualificato e tecnico, contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, start up e PMI innovative, quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, competenze tecniche e privative industriali. La misura è applicabile per le spese in Ricerca e Sviluppo che saranno sostenute nel periodo 2017-2020.
Alla misura si può accedere automaticamente in fase di redazione di bilancio, indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi, nel quadro RU del modello Unico.

Per informazioni più dettagliate sul provvedimento e una valutazione di come questa misura possa essere di supporto alla vostra cooperativa, potete contattare Unioncoopservizi. Siamo pronti ad ascoltare ogni vostra richiesta. coop@unioncoopservizi.it – Tel. 02.717.343

img-12

Mutua cooperazione salute: iscrizione anno 2017 e nuovi piani sanitari

Con il mese di gennaio è necessario rinnovare l’iscrizione alla mutua Cooperazione Salute, per tutte le cooperative che hanno deciso di versare a tale fondo il contributo per la sanità integrativa, obbligatorio per molti Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro della cooperazione.

Cooperazione Salute ha studiato piani sanitari specifici per vari CCNL cooperativi, destinati ai lavoratori a tempo indeterminato, oltre ad altri piani sanitari di Welfare aziendale, pensati non solo per i lavoratori e le loro famiglie ma anche per i soci non lavoratori e gli amministratori di cooperativa. Qualora vogliate saperne di più o desideriate verificare la vostra posizione, potete inviare una mail al nostro referente interprovinciale per la mutua, Stefano Scala, all’indirizzo scala.s@confcooperative.it

img-6

Legge di bilancio 2017: le novità per le imprese cooperative

E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge di Bilancio per il 2017. Diverse le novità previste per le imprese cooperative. Tra le più importanti segnaliamo:

  • l’abolizione della tassa di licenziamento nel cambio di appalto
  • la proroga delle detrazioni in materia di riqualificazione energetica degli edifici
  • la conferma del superammortamento e l’istituzione dell’iperammortamento su beni ad alto contenuto tecnologico
  • l’ampliamento dei presupposti per la tassazione agevolata dei premi di produttività e di welfare aziendale.

Trovate queste e altre novità in questa circolare insieme ad alcune note esplicative da parte di Confcooperative.

Per informazioni più dettagliate sui singoli provvedimenti e una valutazione di come le nuove normative possano influenzare la vita della vostra cooperativa, potete contattare Unioncoopservizi. Siamo pronti ad ascoltare ogni vostra richiesta. Mail: coop@unioncoopservizi.it – Tel. 02.717.343

img4

Online i servizi Unioncoop

Da oggi Unioncoop Servizi è anche su internet. E’ infatti on line il sito www.unioncoopservizi.it con l’elenco completo e aggiornato di tutti i servizi forniti dal nostro Centro, in autonomia o in collaborazione con Confcooperative Milano, Lodi, Monza e Brianza. E, con il sito, una newsletter che verrà inviata a tutte le cooperative socie e clienti di Unioncoop, a tutte le imprese associate a Confcooperative Milano, Lodi, Monza e Brianza e a chi ne farà richiesta.

Sulla newsletter potete trovare tutte le novità da conoscere, i “temi caldi” da affrontare in azienda, le opportunità per la vostra cooperativa. Presto anche altre novità, seguiteci on line!

img1

Nuovo codice degli appalti: tutte le novità

E’ stato varato il Nuovo Codice degli Appalti e dei Contratti pubblici: Unioncoopservizi partecipa e organizza incontri a beneficio delle imprese cooperative al fine di rendere chiare a tutti i cooperatori le principali novità del testo. Il Codice è in divenire, l’Autorità Nazionale Anti-Corruzione sta varando una serie di nuove normative e linee guida anche in queste settimane. Nelle prossime newsletter potrete trovare tutte le novità sull’argomento.
Al momento, rispetto al vecchio codice, le principali novità sono le seguenti:

  • Non è previsto un regolamento attuativo che verrà sostituito da una serie di linee-guida di carattere generale
    L’istituzione di una Cabina di regia che curerà la fase di attuazione del Nuovo Codice
  • Il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa diventa quello preferenziale nella scelta del contraente ed è reso obbligatorio in alcuni campi in cui è fondamentale l’utilizzo di manodopera
  • La qualificazione delle stazioni appaltanti, che saranno minori di numero ma più complesse a pronte a gestire una serie di appalti diversi per importi e complessità molto elevati
  • Viene introdotto il principio di trasparenza nella partecipazione dei portatori di interesse
    Diventa obbligatorio il rating di impresa, redatto sulla base di indici qualitativi e quantitativi che andranno a descrivere e qualificare le imprese partecipanti ad appalti pubblici

Unioncoop Servizi è a disposizione di tutte le cooperative socie e clienti per risoluzione di problemi e richiesta di informazioni sull’argomento. Per questo servizio potete telefonare allo 02.75291251 o scrivere via mail a gaglione.t@confcooperative.it (referente: Teresa Gaglione)

img3

Sezione Documenti: tutte le novità

Nella sezione Documenti del sito, i testi utili a chiarire alcune questioni rilevanti per la corretta gestione delle coop. Da oggi on line:

  • Rottamazione cartelle per le cooperative che avessero ricevuto una iscrizione a ruolo dal 2000 al 2016 (possono non versare sanzioni e interessi di mora). (2016).
  • Agenzia entrate chiarisce il regime Iva per le cooperative sociali. (2016)
  • Prestiti sociali nelle cooperative, ecco le istruzioni operative. (2016)
  • Correttivo jobs act, le principali novità. (2016)
  • Lavoro accessorio, le precisazioni del Ministero. (2016)
  • Lavoro accessorio, pubblicate ulteriori faq del Ministero. (2016)

Unioncoop Servizi è a disposizione di tutte le cooperative socie e clienti per risoluzione di problemi e richiesta di informazioni. Per questo servizio potete telefonare allo 02.717.343 o scrivere a coop@unioncoopservizi.it